Chat with us, powered by LiveChat
icona_hr_white

Disegniamo il futuro_2019

Prossimo Appuntamento:

Kanban System - 4 Ottobre 2019

Un’iniziativa imperdibile

Come sviluppare innovazione in azienda?
È possibile apprendere strategie di problem solving creativo?
Metodologie di management non tradizionali possono favorire l’innovazione e il cambiamento?

La risposta sta nel nostro laboratorio formativo “Disegniamo il Futuro” che favorisce lo sviluppo di un’organizzazione agile e flessibile, che lavora con metodo, valorizza e promuove il talento e il merito delle Persone.
Per questa iniziativa abbiamo coinvolto Faculty d’eccezione e disegnato un percorso unico nel suo genere. Fare innovazione diventerà un modo strutturato per creare valore e trasformarlo in utilità, minimizzando il rischio e i costi.

Location esclusiva

Tutti gli incontri si svolgeranno interamente sul territorio bresciano in una splendida località nel cuore della Franciacorta: Villa Calini a Coccaglio.

Prezzo agevolato

Fai parte di una realtà strutturata? Sesvil ha pensato anche a te. Sono previsti costi agevolati nel caso di più partecipanti della stessa azienda.

Tutto incluso

È possibile partecipare ad un singolo corso o all’intero ciclo di incontri. In entrambi i casi sono compresi materiali, pranzo e coffee break.

Programma

Diventa protagonista del processo di trasformazione del tuo business!
Scopri come affrontare al meglio il cambiamento.

Kanban System
Uno strumento visuale di organizzazione del lavoro
1 incontro – 8 ore

La mente umana processa le informazioni visuali circa sessantamila volte più velocemente delle informazioni testuali. Mediamente la memoria umana ricorda circa l’80% di ciò che vede, circa il 10% di ciò che sente e circa l’1% di ciò che annusa o gusta.

Il visual management è una metodologia per la gestione dei progetti che consente l’emersione, l’esplicitazione e la codificazione delle informazioni troppo spesso tenute all’interno di un cassetto, di un pc o di una mente umana.

La kanban board è uno strumento di visual management i cui benefici principali sono la facilità di utilizzo, lo stimolo alla collaborazione, la condivisione di informazioni e l’aumento della produttività.

Destinatari

Imprenditori, Manager, Responsabili Commerciali, Responsabili di Sviluppo Prodotto, Responsabili Marketing, Startupper, Project manager.

Obiettivi

  • Apprendere l’uso della Kanban Board per la gestione di progetti, programmi e attività.
  • Conoscere un processo che aumenta l’efficienza del lavoro, riducendo i tempi morti e le lavorazioni inutili.
  • Imparare a modificare i propri processi lavorativi per massimizzarne l’efficacia.

Programma

  • Introduzione agli strumenti di gestione visuale.
  • Come e in che contesto nasce la Kanban Board.
  • Tipologie e utilizzi della Kanban Board: come posso applicarla nel mio lavoro.
  • Strutturazione di una Kanban Board.
  • Esercitazioni e casi pratici di utilizzo

Gestiamo i progetti
In modo agile
2 incontri – 12 ore

L’approccio Agile (al project management, ma anche alla strategia e all’organizzazione) si definisce un approccio intorno al motto: “Stop Starting, start finishing”, focalizzando le attività, le risorse e gli sforzi nel concludere le attività con efficacia ed efficienza piuttosto che sulla pianificazione delle stesse.
Il percorso persegue alcuni obiettivi standard di apprendimento, ovvero:

  • Comprendere come applicare le tecniche di Agile e Lean alla gestione dei progetti.
  • Come trasformare la resistenza al cambiamento in risposta al cambiamento.
  • Alternative al ROI e al pensiero di project management classico.

Destinatari

Team che partecipano in progetti complessi e strutturati.

Obiettivi

  • Definizione degli obiettivi.
  • Definizione dei compiti e delle responsabilità.
  • Costituzione del team.
  • Definizione del budget.
  • Pianificazione.
  • Gestione dei rapporti/ conflitti coni membri del team.
  • Controllo dell’avanzamento.

Programma

Modulo 1 (4 ore)

  • LEGO® Serious Play®.
  • LSPSkill Building.
  • Il Project Canvas come strumento di raccolta di tutte le informazioni importanti per il progetto.
    – Scopo, ambito, finalità, obiettivi ed esiti attesi.
    – Team, stakeholder, utenti, risorse.
    – Rischi e vincoli.
    – Milestones e pianificazione delle azioni.
    – Setup di progetto.

Modulo 2 (4 ore)

  • I fondamentali delle metodologie Agile.
  • Agile e il concetto di gestione della Complessità / Lo Sprint di Scrum.
  • Perché usare LEGO® Serious Play® in uno Sprint di Scrum e illustrare l’outcome (Sprint Review).
  • Scrum e LSP.
  • Organizzare i team.
  • Costruzione del backlog e stima.
  • Esecuzione degli sprint.
  • Pianificazione dello sprint.
  • Daily scrumstand up.
  • Sprint Review.
  • Sprint Retrospective (come abbiamo lavorato come team).
  • Stabilire le priorità: prioritizzazione del lavoro in base al valore.
  • Monitoraggio e comunicazione.
  • Miglioramento del processo.

Modulo 3 (4 ore)

  • Kanban: un semplice e rivoluzionario metodo di gestione dei progetti.
  • Principi e pratiche della metodologia Kanban in ambito Project Management.
  • Un metodo di gestione del flusso di lavoro sempre applicabile.
  • Quali sono gli strumenti.
  • Costruire le board e definire le card.
  • Gli indicatori di performance applicabili.
  • Programmi e portfolio management con l’approccio Kanban.

Definire gli obiettivi e risultati chiave
1 incontro – 8 ore

Alla fine degli anni ‘90 in Google è stato introdotto il sistema OKr (obiettivi + risultati chiave), sistema ancora in uso. Questo corso vuole mostrare la metodologia che Google utilizza per definire e impostare i propri obiettivi strategici.

Destinatari

Ogni genere di professionista, manager o imprenditore che abbia l’esigenza di apprendere un modo chiaro per definire i propri obiettivi.

Obiettivi

  • Comprendere la differenza fra obiettivi e risultati chiave.
  • Capire come a diversi livelli dell’organizzazione debbano corrispondere diversi obiettivi.
  • Imparare a definire degli obiettivi futuri sensati, realizzabili e sfidanti e i risultati chiave ad essi collegati.
  • Identificare la situazione attuale con analisi di ostacoli e difficoltà.
  • Creazione di un piano d’azione.

Programma

  • Introduzione alla metodologia OKr: regole e processi.
  • LSPSkill Building.
  • Definizione degli obiettivi.
  • Definizione dei risultati chiave.
  • Individuazione degli ostacoli.
  • Creazione del piano d’azione.

RICHIEDI INFO

Gli Appuntamenti già realizzati:

Design thinking e problem solving creativo
1 incontro – 8 ore

In un mercato fluido il consumatore ha possibilità di scelte infinite. La sua scelta è determinata dalla capacità di un prodotto /servizio di soddisfare la sua esigenza. La domanda passa dal “quale prodotto è adatto in questo contesto” a “quale prodotto è il più adatto a me e alle mie esigenze specifiche in questo contesto”.

È necessario definire strumenti e processi di lavoro in grado di comprendere il mercato human driven, delineando soluzioni strategiche in linea con i nuovi comportamenti delle persone. Proponiamo quindi un approccio differente al problem solving legato all’innovazione del prodotto, servizio e di processo attraverso metodi e strumenti di Design Thinking.

“Il design thinking è un approccio al problem solving incentrato sul fattore umano. È basato su strumenti e processi di lavoro collaborativi e generativi mirati a risolvere problemi complessi.”
TimBrown– President of IDEO, USA

Il Design Thinking usa i principi fondamentali del design per osservare e comprendere un problema, ipotizzando e testando soluzioni creative per produrre in breve termine risultati tangibili.

Destinatari

Imprenditori, Manager, Responsabili Commerciali, Responsabili di Sviluppo Prodotto, Responsabili Marketing, Startupper.

Obiettivi

Il Design Thinking spinge a pensare oltre ai numeri, considerando anche l’imprevedibile e l’inaspettato. Rispetto ai modelli mentali classici di business, il Design Thinking permette di:

  • Migliorare la capacità decisionale e la qualità delle decisioni prese.
  • Sviluppare un nuovo mindset in grado di comprendere scenari complessi.
  • Mettere le persone al centro del processo.
  • Introdurre la co-creazione nel metodo di lavoro.
  • Comprendere processi iterativi di problem solving e decision making.
  • Incrementare l’efficacia della creatività individuale.

Programma

Il processo strategico di Design Thinking é definito da una serie di strumenti interscambiabili che permettono lo studio del problema e delle possibili soluzioni dal team di progetto attraverso punti di vista diversi ma propositivi. Gli strumenti sono utilizzabili sia in fase di Problem Definition che di Problem Solution e sono altamente versatili in base al problema che si vuole risolvere:

  • Brainstorming.
  • Mind Maps.
  • Customer Journey Maps.
  • Affinity Diagrams.
  • Personas.
  • SystemMaps.
  • Brainwriting.
  • 100 Ideas.

Design thinking per il business, innovare con successo
2 incontri – 16 ore

Il mondo è cambiato. Non solo le abitudini dei consumatori, le tecnologie e altri trend stanno sradicando attività un tempo fiorenti, ma anche interi mercati stanno mutando ed emergendo dall’incertezza e dalla natura imprevedibile dell’attuale network economy. Il mondo intorno a te – e al tuo business – è pieno di incertezza. Ma all’interno di quell’incertezza ci sono innumerevoli opportunità per progettare (o riprogettare) dei business che cambino le regole del gioco.
Queste opportunità sono lì da cogliere.

Design significa fondamentalmente migliorare il modo incui si guarda il mondo.

È un processo ripetibile e disciplinato che chiunque può apprendere e utilizzare per creare valore unico e qualificato. Soprattutto, design significa creare le condizioni attraverso cui le imprese possono fiorire, crescere, ed evolvere a dispetto dell’incertezza e del cambiamento. Le imprese migliori sono appunto quelle che affrontano i problemi in un modo nuovo e sistematico, focalizzandosi soprattutto sul fare piuttosto che su progettare e prevedere. I business migliori uniscono design e strategia per sfruttare le opportunità al fine di guidare la crescita e il cambiamento in un mondo che è incerto e imprevedibile.

Destinatari

Imprenditori, Manager, Responsabili Commerciali, Responsabili di Sviluppo Prodotto, Responsabili Marketing, Startupper.

Obiettivi

  • Imparare ed applicare un metodo innovativo, pratico e semplice, per modellizzare la propria impresa o la propria idea imprenditoriale o definire le proprie opportunità.
  • Individuare nuove opportunità e nuove strategie d’impresa e/ o di prodotto.
  • Apprendere e saper applicare un processo di innovazione codificato e strutturato.
  • Conoscere tutti gli strumenti più adatti presenti nella cassetta degli attrezzi di un buon business designer.
  • Acquisire un processo standard, testato e ripetibile.
  • Acquisire metodi e strumenti analitici per l’analisi dell’ambiente esterno ed interno.
  • Saper utilizzare e interpretare gli strumenti a supporto delle decisioni.

Programma

  • Introduzione.
  • L’approccio: lavoro di gruppo, condivisione e designthinking.
  • Il “double loop” come processo di innovazione e metodo di lavoro.
  • L’innovazione è unpercorso iterativo ripreso dal metodo scientifico.
  • Il nostro punto di vista.
  • Comprendiamo chi e cosa abbiamo intorno e dove vogliamo arrivare.
  • Facciamo delle ipotesi di innovazione.
  • Prototipiamo e validiamo i modelli che abbiamo ideato.
  • Reiteriamo o scaliamo.

Innova la tua offerta di valore
1 incontro – 8 ore

Innovare è diventata una attività irrinunciabile per tutte le attività economiche. Tuttavia, innovare i prodotti non basta più. Si può credere che sia sufficiente, ma non è vero. I prodotti possono essere copiati oppure diventare improvvisamente obsoleti.

È possibile definire un percorso di innovazione della propria offerta di valore affinché questa sia differenziante rispetto al mercato e possa impattare positivamente sul fatturato e/o sulla marginalità dell’azienda.

Destinatari

Imprenditori, Manager, Responsabili Commerciali, Responsabili di Sviluppo Prodotto, Responsabili Marketing, Startupper, Responsabili Area Finance.

Obiettivi

  • Comprendere gli elementi chiave per aumentare il fatturato e/ o i margini derivanti da nuovi prodotti o servizi.
  • Differenziarsi dalla concorrenza.
  • Aumentare la qualità delle idee generate.
  • Acquisire un processo standard, testato e ripetibile.

Programma

  • Analizzare ed anticipare l’evoluzione dell’ambiente esterno.
  • Analizzare il cliente: il concetto di jobs-to-be-done.
  • Definire una nuova proposta di valore dirompente e differenziante.
  • Definire una roadmap di approccio al mercato.

Verifica il tuo business con il mercato
1 incontro – 8 ore

La velocità con cui cambia il mercato costringe oggi le aziende a verificare costantemente che le strategie e le innovazioni ipotizzate siano attuali ed interessanti per il cliente, prima di investire tempo e denaro per attuarle. Esistono quindi approcci, metodi e strumenti rapidi e concreti per testare il mercato prima ancora di lanciare prodotti / servizi e, quindi, di investire sulle strategie o su innovazioni.

Destinatari

Imprenditori, Manager, Responsabili Commerciali, Responsabili di Sviluppo Prodotto, Responsabili Marketing, Startupper.

Obiettivi

  • Identificare le caratteristiche e le ipotesi da validare sul mercato.
  • Imparare ed applicare metodi innovativi, pratici e semplici, per testare la strategia della propria impresa o della propria idea imprenditoriale.
  • Prendere confidenza con il processo standard, testato e ripetibile di validazione.
  • Come costruire una community di test.
  • Conoscere tutti gli strumenti più adatti presenti nella cassetta degli attrezzi di un buon validatore.
  • Acquisire metodi e strumenti analitici per analizzare i test di validazione.
  • Come interpretare le analisi di validazione e definire gli impatti sul business.
  • Imparare il metodo anche attraverso casi concreti.

Programma

  • Introduzione.
  • L’approccio: cosa si intende per validazione, in relazione alla strategia e all’innovazione.
  • Le ipotesi di test, cosa validare e cosa implementare: Riskiest Assumption Canvas.
  • Il processo di validazione.
  • La prototipazione come strumento per la costruzione dei test di validazione.
  • Costruzione della community di test, metodi e strumenti.
  • Analizzare i test ed i risultati.
  • Relazione tra i risultati di validazione e la strategia e l’innovazione.

Trasformazione digitale
L’industria 4.0 dall’internet of things al mondo dei big data
1 incontro – 8 ore

È in atto un cambiamento epocale di cui tutti parlano ma apparentemente pochi hanno trovato la ricetta magica per sfruttarlo. Solo nell’ultimo anno sono nate decine di nuove tecnologie che avranno un impatto dirompente nel mercato di oggi e di domani.
Come fare a sfruttare i vantaggi di questo cambiamento? Gli ambiti più interessanti e noti sono: dall’utilizzo dei dati (Open Data, Big Data, Internet of Things, Cloud) agli Analytics, ovvero come questi dati vengono usati per creare valore; dall’interazione uomo- macchina (con sistemi di Learning Machine e Artificial Intelligence) alla produzione di beni tramite manifattura digitale (stampe 3D, robot, automazione).

Destinatari

Imprenditori, Marketing Manager, Direttori Strategici, Responsabili Prodotto.

Obiettivi

  • Comprendere che i modelli di business attuali nella maggior parte dei casi cambieranno.
  • Comprendere il valore reale dei dati che ci circondano ogni giorno e forse non sappiamo ancora come sfruttare.

Programma

  • Scenari macro economici mondiali.
  • Le evoluzioni industriali in sintesi.
  • Perchè cambia tutto?
  • I nuovi modelli di business – esempi di trasformazione.
  • I nuovi ruoli che stanno nascendo in azienda.
  • Internet of Things – cos’è e come usarlo.
  • Perchè i dati sono la rivoluzione? Esempi pratici.
  • Customer Experience – cosa si aspettano i clienti e come possiamo sfruttare queste informazioni.
  • La formazione avverrà attraverso la presentazione di esperienze aziendali.

Internet negli oggetti
Come trarne vantaggio per
la mia impresa

1 incontro – 4 ore

In questo momento, nel mondo esistono sei miliardi di oggetti connessi alla rete e il loro numero è costantemente destinato ad aumentare.
Nuovi mercati, nuovi segmenti di clientela, un nuovo modo di impostare le relazioni con i clienti, un nuovo ecosistema dal quale trarre vantaggio e nel quale cercare valore.
In questo seminario vedremo l’impatto di una delle più forti, potenti e pervasive manifestazioni delle nuove tecnologie: gli oggetti connessi e tutto il mondo ad essi correlato (Internet of things).

Destinatari

Team e gruppi di lavoro, già collaudati o da formare all’interno di organizzazioni.

Obiettivi

  • Avere una panoramica concreta di come gli oggetti connessi aiutano aziende e modelli di business.
  • Comprendere l’impatto di IoT su differenti tipologie di modelli di business.
  • Ipotizzare l’applicazione di un oggetto connesso ad un proprio modello di business.
  • Creazione di un nuovo modello di business “connesso”.

Programma

  • Lo stato dell’arte delle tecnologie legate agli oggetti connessi e agli utilizzi più innovativi attualmente presenti sul mercato.
  • I modelli di business.
  • Come e dove impatta un oggetto connesso su un modello di business.
  • Progettiamo un nuovo modello di business inserendo un oggetto connesso.

Sviluppiamo il team Focus comunicazione 1 incontro – 4 ore

Un aspetto molto critico del lavoro in team è la gestione efficace della comunicazione. In molti contesti le persone trovano difficoltà a dire ciò che pensano o a condividere la propria realtà e la visione del mondo organizzativo. I membri del team fanno spesso fatica ad aprirsi e ad accettare ciò che gli altri vedono, percepiscono o credono.

Quando un team è davvero efficace? Solo quando:

  • è unito da uno scopo condiviso e significativo.
  • è concentrato su obiettivi condivisi.
  • opera seguendo un codice di valori comune.
  • comunica agilmente.
  • le persone hanno fiducia reciproca.
  • impara a migliorare costantemente attraverso i feedback

Destinatari

Team e gruppi di lavoro, già collaudati o da formare all’interno di organizzazioni.

Obiettivi

  • Definire uno scopo significativo condiviso per il team.
  • Migliorare la comunicazione fra le persone.
  • Creare un clima di apertura e fiducia.
  • Mostrare un processo di condivisione efficace.
  • Imparare ad ascoltare proattivamente gli altri membri del team.

Programma

  • Identità personale.
  • Johari Windowe identità esterna.
  • Visione del Team.
  • Condivisione della visione del Team.
  • Comportamenti positivi e negativi.

RICHIEDI INFO

Formazione creativa

Siamo specializzati nel facilitare i processi di innovazione;
proprio per questo adottiamo tecniche non convenzionali per farti apprendere in modo creativo.

Co-creazione

Aggiungiamo valore alla formazione generando dinamiche di collaborazione tra i partecipanti

Gamification

Stimoliamo l'attività creativa grazie all’uso di elementi e schemi di gioco per migliorare il coinvolgimento

Learning by doing

Agevoliamo la comprensione dei contenuti attraverso sperimentazione diretta in modalità laboratoriale

Docenti del Percorso

Giovanni Caruso

Da oltre 15 anni a fianco di imprenditori e dirigenti in svariati settori merceologici, li supporta nella definizione ed esecuzione della loro strategia di innovazione, secondo i principi del design thinking, dell’agilità organizzativa e della lean manufacturing. Collabora con università e scuole di alta formazione su tematiche di innovazione, startup ed imprenditorialità.

Foto Profilo Jacopo Sabba Capetta4

Jacopo Sabba Capetta

Dal 2006 si occupa di applicazione della trasformazione digitale ai processi aziendali e consulenza strategica.
È membro del Comitato Scientifico dell’Associazione Nazionale Giovani Innovatori. Ha approfondito le tematiche dell’agilità organizzativa e del gioco serio come leva per potenziare e predisporre all’innovazione il capitale umano nelle aziende ed è facilitatore LEGO® SERIOUS PLAY® .

Giorgio Ferrari

Specializzato nella facilitazione, alla formazione e al supporto aziendale per la definizione, valutazione e validazione del modello di business. Negli ultimi anni si è immerso nell’ecosistema startup, come startup specialist in piattaforme di crowdfunding e come mentor per diverse startup competition, enti pubblici ed associazioni di categoria. È inoltre docente di Startup Design nel corso di Product Design presso lo IED Milano.

Brochure

Scopri la brochure che abbiamo preparato
per “Disegnamo il futuro_”.

RICHIEDI INFO

Chiudi il menu